Turismo: l’emergenza e’ rapporto qualita’-prezzo :: GHnet :: Ricerche e statistiche su politica, comunicazione, marketing e tecnologie nel Turismo

GHnet turismo
Stai visitando l'archivio 2006-2010 di GHnet   
   
 

 








  

 
 

Bacheca / Rassegna Stampa
Share |
stampa
Turismo: l’emergenza e’ rapporto qualita’-prezzo
  Venerdě, 25 Gennaio 2008 - 11:26  
 
AGI - Roma 21-12-2007

La crisi del turismo in Italia, la vera emergenza, e’ nel rapporto qualita’-prezzo. E’ questo, in sintesi, il tema di fondo di una ricerca condotta dalla Fondazione Rosselli e presentata a Roma nel volume “Oltre i limiti del turismo all’italiana” che si interroga sullo stato del turismo italiano a livello internazionale. 
 

“L’Italia negli ultimi anni - si legge nella ricerca - ha ridotto la sua quota di mercato e oggi e’ al quinto posto per arrivi internazionali ma la capacita’ competitiva dell’industria turista, misura in termini di rapporto qualita’-prezzo, risulta di gran lunga inferiore a quelle dei suoi storici competitori europei, la Francia e la Spagna”.
“Siamo un Paese troppo artigianale, frammentato - ha rilevato Alain Elkann, responsabile culturale della Fondazione Rosselli. Dunque, c’e’ molto da fare: l’Italia ha perso terreno e deve trovare il modo per tornare al primo posto”.
Il ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli, intervenendo alla presentazione del volume, ha sottolineato alcune colpe dell’Italia rispetto al turismo: quella di aver cancellato la strategia nazionale rispetto al turismo attribuendo gran parte delle competenze alle regioni.
“Per questo - ha detto - e’ necessario tornare ad una cabina di regia del turismo nazionale, che metta in campo una strategia complessiva. E’ indispensabile procedere ad una revisione della governance e nella legge Finanziaria abbiamo affrontato questo capitolo. Infatti ci sono tre punti importanti a favore del turismo: il cento per cento della detraibilita’ dell’Iva sul turismo congressuale, norme per le imprese turistiche piu’ semplici e comprensibili, infine, gli incentivi per gli investitori stranieri. Ma il nostro problema e’ quello di migliorare la qualita’ dell’offerta”. 

 


 

Powered by MD-Pro